Saludecio: il ricovero dei pellegrini

saludecio_zoomIl borgo, con il suo passato, fa emergere personaggi di primo tutto rispetto, come il Beato Amato Ronconi, il quale edificò nel XIII sec. l’Ospedale di Santa Maria di Monte Orciale, che divenne ricovero per pellegrini che si dirigevano a Roma per devozione. II XIII, XIV e XV furono secoli di tremende battaglie per il dominio del Colle Laudeciano. Il potere si alternò tra i Malatesta, i Montefeltro e più avanti ai Cesare Borgia, ai Della Rovere e, se pur brevemente, ai Veneziani. Nel 1524, però, lo Stato della Chiesa riuscì a prendere il controllo anche su questo territorio che rimase forte fino al 1859.

Saludecio é stata per secoli un punto fermo sul panorama culturale e letterario lasciando un segno significativo su tutta la zona della Valconca. Per lmolto tempo il questo grazioso borgo venne considerato la Capitale di questa valle.
Oggi Saludecio é diventata uno dei più importanti centri agricoli della Provincia di Rimini. Ma non solo l’agricoltura, anche l’artigianato, la piccola industria manifatturiera ed il turismo la rendono una zona ad alto traffico commerciale.

Per quanto riguarda l’ambiente circostante, la sua bellezza e la sua incontaminazione ha fatto sviluppare un forte interesse naturalistico, dando il via ad un progetto naturista: “Saludecio, centro di piante officinali e studi erboristici”. Per questo é sorto un erbario ed un orto giardino caratterizzati da quelle che vengono definite le Erbe di Gaetano.